Crea sito

Oggetto luminoso visto muoversi sulla superficie di Marte

1 min


0
45 shares

Non è la prima volta che qualcosa di simile è stato fotografato dal rover Curiosity. L’immagine in bianco e nero ottenuta da una delle fotocamere del rover mostra il paesaggio desertico del pianeta rosso, mentre sullo sfondo si possono scorgere in lontananza le colline solitarie di Marte.
Appena oltre il campo visivo della fotocamera e nella vastità del nulla, è stato immortalato una sorta di “sfera” luminosa mentre fluttuava apparentemente sopra la superficie marziana .
La panoramica è stata scattata il 16 giugno dalla telecamera di navigazione destra del rover Curiosity (Sun 2438), configurata con un’ampiezza di 45 gradi per essere in grado di apprezzare meglio il desolato paesaggio marziano.
La foto mostra chiaramente un’anomalia luminosa dalla forma ovale che sembra stazionare a pochi metri dalla superficie marziana.
L’immagine di cui sopra è stata immediatamente ripresa dai teorici della cospirazione e cacciatori di anomalie aliene, secondo i quali, lo strano oggetto individuato su Marte potrebbe essere una sorta di “dispositivo artificiale” o addirittura un’entità energetica .
Ciò che sembra strano, è che l’anomalia bianca non e’ stata rilevata nelle altre fotografie scattate in rapida sequenza.
Allo stesso tempo, l’altra telecamera di navigazione del rover era puntata verso il terreno, in una specie di selfie scattato insieme alle rocce marziane, quindi il dispositivo non poteva replicare ciò che veniva catturato dalla principale fotocamera. Ovviamente, la NASA ha una risposta a tutti questi tipi di anomalie luminose. Gli esperti hanno spiegato che poiché lo spazio è intriso di forti radiazioni cosmiche e che Marte è caratterizzato da un’atmosfera molto sottile, le particelle ad alta energia – una forma di radiazione nota come “raggi cosmici”- colpiscono il pianeta rosso senza che quest’ultime venissero bloccate dall’atmosfera o dal campo geomagnetico di Marte così come accade quotidianamente sulla Terra.
Probabilmente, il fenomeno luminoso potrebbe essere facilmente spiegato come SPRITE cosmico . Per dimostrare tale teoria , la NASA ha sottolineato che questa non è la prima volta che il rover e’ riuscito ad  immortalare strani grumi luminosi. Basta ricordare il mese di aprile del 2014, quando il rover ha scattato una foto simile attraverso la la quale si poteva notare una luce quasi identica, sebbene in quell’occasione sembrasse uscire dalla superficie marziana e non stazionarci sopra.

Fonte


Like it? Share with your friends!

0
45 shares
Nibiru2018