Crea sito

NIBIRU, i Disastri Globali che stanno colpendo il nostro pianeta sono gli effetti della “Kill Zone” di Planet X

5 min


0
98 shares

Qualche tempo fa il Dr. Alfred Lambremont Webre parlava degli effetti catastrofici riguardanti il passaggio ravvicinato del Pianeta X/Nibiru,  un  enorme pianeta che orbita intorno alla presunta Nana Bruna sorella del nostro Sole. Il transito, o meglio, un avvicinamento al sistema solare di questo pianeta, potrebbe portare effetti disastrosi sulla Terra, come ad esempio l’eruzione di moltissimi vulcani e lo spostamento delle placche tettoniche con terremoti di magnitudo tra i 8-9 gradi della scala ritcher.

Alfred L. Webre è una delle principali autorità mondiali in materia di esopolitica. Ha partecipato al Summit Exopolitics in Europa del 2009 e il suo curriculum personale riflette la sua serietà e credibilità:  ex professore di economia a Yale Foundation Environmental Protection New York e l’Università del Texas , è stato un delegato alla Convention democratica del Texas del 1996 (Bill Clinton-Gore).

Attualmente è il Direttore Internazionale dell’Istituto per la Cooperazione nello Spazio ( ICIS), che promuove il divieto di armi nello spazio e la trasformazione di un’economia di guerra permanente in una società pacifica e cooperativa focalizzata sulla esplorazione dello spazio e lo studio la vita nell’universo.

Il Dr. Webre si dice convinto che il transito di questo “massiccio pianeta” è sempre stato, fin dall’antichità,  portatore di eventi globali seguiti da terremoti-maremoti in grado di distruggere completamente le città litoranee, imponenti tempeste solari che innescano l’inversione dei poli e l’estinzione di massa della razza umana dalla superficie terrestre. A tutto ciò potrebbe seguire un collasso economico, finanziario, politico dove   l’intelligence militare troverà riparo e sopravvivenza nelle basi militari (bunker) poste nelle profondità sotterranee.

Alfred-Webre-6

Il Dr. Alfred Lambremont Webre parla del Pianeta X-NIbiru

Il passaggio di Nibiru potrebbe portare “Cambiamenti positivi “

E se l’imminente transito del Pianeta X/Nibiru, che secondo nuove informazioni avverrà in un arco di tempo tra il 2017-2021, portasse a cambiamenti positivi invece che di distruzione?

Alfred Webre in suo articolo del 2013 parlava di stime secondo cui il Pianeta X/Nibiru ha orbitato nel nostro sistema solare interno più di 1,25 milioni di volte nel corso dei 4,6 miliardi di anni di vita del Sole. La Terra fa parte di un Sistema Solare binario che ruota intorno al Sole e la Nana Bruna, che orbita intorno al nostro Sole in un orbita ellittica di 3.600 anni, si trova in posizione periferica rispetto all’eclittica. Dal punto di vista storico, durante i suoi più di 1,25 milioni di passaggi ravvicinati nel nostro Sistema Solare, il Pianeta X/Nibiru ha avuto disparati effetti sulla Terra. Recentemente, importanti dati astronomici raccolti dal ricercatore Marshall Masters presagiscono un possibile avvicinamento del Pianeta X/Nibiru, nelle coordinate tra Marte e Giove in un tempo che varia tra il 2017 e il 2020, ma molti sono scettici al riguardo.

px2

E per quanto riguarda la “Kill Zone”?

Lo studioso di Nibiru, il Dr. Marshall Masters dichiara: “Dalla fine del 2013 all’inizio del 2014 la Nana Bruna si trovava in una congiunzione superiore (dalla parte opposta del Sole all’interno dell’orbita della Terra). In questo periodo di tempo, la Nana Bruna ha attraversato l’eclittica fino ai cieli del Nord, dove ha iniziato ad avere interazioni più serie con il nostro Sole. Abbiamo visto così tempeste solari e un grande aumento di fenomeni vulcanici e sismici.
Dal 2013 al 2016, abbiamo visto l’oggetto orbitale più esterno della Nana Bruna (Planet X), monitorato con migliaia di immagini dall’osservatorio che si trova sul vulcano Turrialba. Poco dopo, la piccola stella si muoverà intorno al nostro lato del Sole dal suo punto di perielio (la distanza più vicina al Sole) verso la massima elongazione ad ovest (il nostro lato del Sole, all’interno della nostra orbita a destra). Da questo momento, entrerà nella Kill Zone.

La Kill Zone è quella parte dell’orbita della Nana Bruna che va dal perielio all’eclittica (il livello del nostro sistema solare). In questa fase vedremo tempeste solari di proporzioni bibliche.
La fine della Kill Zone quando sarà? Beh… il sistema del Pianeta X uscirà dal nostro attraverso la quadratura di Ovest (la nostra posizione, uscendo dall’orbita della Terra) in quanto quest’ultima attraversa l’eclittica dai cieli del Nord a quelli del Sud. In questo momento l’inversione dei poli sarà più probabile in quanto la Nana Bruna si congiungerà alla nostra litosfera ( la crosta terrestre e la porzione di mantello esterno) dove le forze gravitazionali di marea causano l’inversione dei poli.
E la fase Post Kill Zone? Complessivamente, da questo momento fino a quando inizieremo nuovamente a vedere cieli azzurri, l’intera azione di questo passaggio potrebbe richiedere fino a un decennio. Il Pianeta X/Nibiru potrebbe non essere il distruttore della Kill Zone”.

Le previsioni riguardo il transito del Pianeta X/Nibiru nel 2017 potrebbero essere fondate?

Stando a questo pronostico, l’avvicinamento del Pianeta X/Nibiru porterà con sé automaticamente “tempeste solari di proporzioni bibliche”, l’inversione dei poli e grossi problemi alla placche tettoniche. Le grosse crepe che si stanno aprendo in Africa sono terribili e non si prevedono cose buone.
Impatti distruttivi sulla Terra e sulla società potrebbero non derivare solamente da fattori astronomici, solari, geologici o sismici scatenati dal Pianeta X/Nibiru, ma bensì dal modo in cui l’umanità stessa reagirà alla presenza della Nana Bruna nel nostro Sistema Solare.
Le nostre gerarchie politiche e finanziarie stanno, forse, tentando di creare una Kill Zone manipolando l’avvenimento che si terrà verso la fine del 2017 allo scopo di creare situazioni di panico generale, una guerra mondiale, e catastrofi naturali causate da armi di distruzione di massa come il programma di ricerca Aurora attiva ad alta frequenza (HAARP) e armi chimiche.
La chiave per il nostro futuro, è il modo in cui l’umanità reagirà e farà fronte a questa Kill Zone artificiale.

Pianeta X/Nibiru: fonte di un cambiamento positivo per l’umanità

L’umanità ha l’opportunità di vivere il transito tra il 2017 e 2020 del Pianeta X/Nibiru come fonte di un cambiamento positivo.
Nel suo libro “THE AGE OF CATACLYSM” (1974), Webre scrive: “Riguardo al Pianeta X/Nibiru, il suo passaggio ravvicinato porterà alla creazione di nuove città, all’immigrazione di massa della popolazione oltre i confini nazionali (quello che sta vivendo l’Italia in questo periodo), alla produzione congiunta di cibo per le specie presenti nelle poche aree rimaste intatte dopo la distruzione, ad un’esplosione di scienza e tecnologia, a problemi logistici di dimensioni che neanche possiamo immaginare, e porterà necessariamente ad un ritorno alla saggezza e alla fede da parte degli uomini seguito da una profonda fiducia nei processi umani e nella mente individuale.”

“Questo è il preludio ad un’era di pace mondiale e di libertà dal punto di vista della creatività, cooperazione e felicità che non ha precedenti nella storia dell’umanità. Come arriveremo a quest’era, è in gran parte nelle nostre mani. Ci stiamo avvicinando alla conoscenza, che ci permetterà di superare la distruzione e di riorganizzare una nuova intelligenza. Questa conoscenza – che, paradossalmente, giunge in anni caratterizzati da crescente intensità di limitazioni della ragione – potrebbe diventare la nuova arca che, in sicurezza, ci condurrà verso le oscure acque del diluvio universale”.

Fonte: Segnidalcielo


Like it? Share with your friends!

0
98 shares
Nibiru2018

Inline
Inline