Crea sito

La misteriosa Pietra di Aztlán descrive la Visita Extraterrestre migliaia di anni fa!!

3 min


0
135 shares

La misteriosa Pietra di Aztlán fa parte di quel gruppo di pietre conosciute come le Ojuelos Piedras, che sono state analizzate dai ricercatori e sembrano descrivere la Visita e il Contatto Extraterrestre avvenuto 27 mila anni fa!! La storia della scoperta della pietre di Ojuelos è cambiata col passare del tempo. Dopo la scoperta di questi manufatti in ceramica fatta alcuni anni fa, dove vi sono impresse strane figure che inizialmente si presumeva che avessero origini preispaniche,  la particolarità delle figure è che sembrano mostrare agli indigeni della regione che hanno avuto contatti con gli extraterrestri.

Le figure mostrano volti di ciò che viene interpretato come alieni grigi e dischi volanti. Le “investigazioni” di García Sánchez e altri hanno aiutato a trovare più figurine (a seconda del luogo che si sta guardando, il numero di figurine varia da 300 a 3.000), l’identificazione di almeno tre crani di (presumibilmente alieni) di specie sconosciute appartenevano alla zona arida di Ojuelos, la storia che fa parte della città degli Aztechi, cioè, la mitica città di Aztlán. Non a caso la famosa Pietra circolare di Aztlán è uno di quei pezzi che sembrano, o meglio, mostrano volti di alieni nel mezzo del calendario azteco.

Ojuelos, ci viene detto, era anche una zona molto affollata di diverse culture dell’Aridoamerica e Mesoamerica (e, che strano, apparentemente da diversi periodi) come quello dei popoli Sioux , Cheyenne , Hopi , Maya , Mexica , Olmechi , Teotihuacan , Mixtec , Huastec , Chichimec , ecc.

Secondo i “report” dei ricercatori e investigatori UFO, le statuette sono state analizzate con i metodi del Carbonio 14, giungendo alla conclusione che risalgono ad almeno 27.000 anni fa. All’inizio, i social network, così come i giornali locali (come il quotidiano La Jornada Guerrero ), erano gli unici che parlavano di queste statuette di ceramica che mostravano disegni del contatto alieno. Dopo le analisi l’ufologo messicano Jaime Maussán ha presentato uno speciale nel suo programma del Tercer Milenio, dove il ricercatore austriaco Klaus Dona e il fisico teorico del progetto di risonanza scientifica Nassim Haramein hanno parlato e commentato delle investigazioni sulle Pietre di Ojuelos che sono state mostrate come un autentico mistero.

le figure impresse in queste pietre mostrano antichi astronauti di origine extraterrestre

Cosi dopo un breve periodo di analisi e ricerche, il governo messicano ha deciso di far conoscere al pubblico diversi oggetti archeologici tra cui le Pietre di Ojuelos che descrivono appunto un Contatto Extraterrestre avvenuto 27 mila anni fa. A suffragio di tutto ciò, il giornalista investigativo Jaime Maussan ha rammentato che tutto questo è connesso con il ritrovamento delle Mummie Aliene di Nazca in Perù.  

Le Mummie Aliene sono identiche ai disegni che si trovano nelle ceramiche di Ojuelos e mostrano Alieni Grigi con occhi e testa molto grandi, che prendono contatto con le popolazioni locali mesoamericane (preispaniche). Anche le Pietre del Primo Contatto mostrano la stessa tipologia di esseri grigi che prendono contatto con il Popolo Maya.

Fonte: Segnidalcielo


Like it? Share with your friends!

0
135 shares
Nibiru2018

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Inline
Inline