Crea sito

GLI SCIENZIATI CREANO UN’INTELLIGENZA ARTIFICIALE IN GRADO DI PREDIRE IL FUTURO

3 min


Alcune persone possono vedere il futuro nelle loro menti mentre altri vedono il futuro nei loro sogni. Alcuni sensitivi conoscono gli eventi futuri grazie ai messaggi “inviati” dalle loro guide spirituali, mentre altri semplicemente sanno cosa sta per accadere in modo intuitivo. Ma tutti sperimentano la precognizione in un modo o nell’altro. E la capacità di vedere il futuro non è semplice finzione, nel corso della storia ci sono stati casi ben documentati di persone che hanno sognato l’affondamento del Titanic, o anche i tragici attacchi dell’11 settembre 2001.

Tuttavia, bisogna anche dire che molti sogni o visioni non sono del tutto chiari e mostrano un evento futuro in modo simbolico che richiede certe interpretazioni. Gli unici che non hanno bisogno di usare la precognizione sono i medium. Poiché queste persone hanno una connessione speciale con il mondo spirituale, possono leggere l’energia e avere una visione del futuro di una persona o conoscere intuitivamente eventi futuri. Detto questo, immagina per un momento di poter “vedere” il futuro, cosa faresti? Conosceresti il vincitore della Coppa del Mondo 2018 e scommetteresti una grossa somma di denaro? Forse potresti diventare Tom Cruise e fermare i criminali nello stile di Minority Report? Indipendentemente dalla tua risposta.

I ricercatori tedeschi hanno sviluppato un software che è in grado di prevedere, con grande precisione, come gli eventi si svolgeranno prima che accadano. È un sistema di previsione estremamente preciso basato sull’analisi delle informazioni passate. Come spiega il professor Jürgen Gall, una tale tecnica consente al computer di “prevedere il tempo e la durata delle attività, minuti o persino ore prima che accadano”.

Il team del Dr. Gall crede che questa tecnologia rivoluzionaria possa essere utilizzata per uso domestico, come gli assistenti robotici. Gli esseri umani possono comprendere e anticipare le azioni degli altri, fornendo supporto quando necessario. Tuttavia, i robot non possono ancora farlo. Ora, con il nuovo software dell’Istituto di Informatica presso l’Università di Bonn, l’intelligenza artificiale può cominciare a stimare il tempo e la durata delle attività future per periodi di diversi minuti, cioè quando avranno bisogno di mettersi in gioco per una presunta , offerta d’aiuto.

Il programma per computer è stato “addestrato” per più di quattro ore con video che mostrano chef che preparano insalate diverse. Ogni registrazione è durata circa sei minuti, e contenevano circa 20 diverse azioni. Ha anche mostrato l’intelligenza artificiale, durante il video, un lasso di tempo su cosa fosse l’azione, quando è iniziata e quanto tempo è stato necessario.

Guardando questi video, il sistema è stato in grado di apprendere quali azioni in genere hanno eseguito gli chef e quanto tempo sono durate. Tuttavia, ci deve essere spazio per la flessibilità, i diversi chef svolgono compiti in ordini diversi o a velocità diverse e il computer deve essere in grado di comprendere le loro richieste. Per testare il software, il team di ricerca ha preparato una serie di video mai visti prima. Stavano anche preparando delle insalate, ma questa volta il computer sapeva solo cosa stava per succedere dal 20% al 30% del video, quindi doveva prevedere cosa sarebbe successo e quando.

“L’accuratezza è stata maggiore del 40% per i periodi  brevi”, spiega il dott. Gall, “ma poi è caduto quando l’algoritmo doveva guardare al futuro”.

Ma le attività che si estendono oltre i tre minuti in futuro avevano solo una previsione del 15%. Il team riconosce inoltre che l’intelligenza artificiale non è ancora in grado di risolvere ciò che accade in un video senza informazioni contestuali su come è iniziato. Tuttavia, questo è un problema che può essere risolto frammentando i dati e contribuendo a fornire un contesto di apprendimento per il programma stesso.

Indubbiamente, ciò che il Dr. Gall e il suo team hanno raggiunto è un progresso davvero sorprendente. Ma la realtà è che siamo solo all’inizio dello sviluppo del software di previsione, che probabilmente diventerà estremamente potente nel prossimo futuro. E quello che bisogna ricordarsi è che le possibilità offerte da questo tipo di tecnologia sono abbastanza terrificanti.

Se le aziende riescono a prevedere i potenziali clienti, potrebbero tentare di manipolare il loro comportamento attraverso la pubblicità intenzionalmente diretta. Per non parlare del fatto che possiamo trovarci di fronte a un futuro distopico in cui gli umani sono controllati da una tecnologia simile a quella rappresentata nel racconto del 1956 di Philip K. Dick intitolato “The Minority Report”. Ma dobbiamo anche ricordare agli scienziati che non riusciranno mai a togliere la nostra vera esistenza, il nostro essere.

Cosa ne pensi della nuova tecnologia per predire il futuro? Gli scienziati devono dare quel potere alle macchine?

Testo originale di Esoteric World e Paranormal


Like it? Share with your friends!

Nibiru2018

Inline
Inline